lunedì 28 novembre 2016

1700 anni dedicati a San Martino di Tours

A San Martino, ogni mosto diventa vino

L'anno 2016 segna 1700 anni di
Tradizione Cristiana legata alla festa di San Martino  che cade il giorno 11 novembre e coincide  con la festa della la vendemmia:
la tradizione associava la festa del vino al proverbio 'a San Martino ogni mosto è vino'.

Martino era un asceta  astemio ma col tempo il Santo divenne il protettore di coloro che si dedicavano anima e corpo al vino.

Le leggenda di San Martino

Martino di Tours nacque nel 316 a Sabaria, nella provincia imperiale di Pannonia (Ungheria) e con il padre soldato pagano trascorse l’infanzia a Pavia (ex capitale d'Italia).

E’ alla maggiore età che può collocarsi la leggenda di Martino a cavallo, che con la spada taglia in due il suo mantello militare, per riscaldare un mendicante infreddolito di Amiens:
la notte seguente Cristo gli apparve rivestito di quello stesso mantello.

San Martino è amico dei poveri e come San Francesco è  un modello di perfezione cristiana : il santo guerriero simbolo della generosità  cavalleresca e di rinunzia ascetica.

I sovrani di Francia  custodivano nel loro oratorio il mantello di San Martino, la sacra reliquia che accompagnava e proteggeva le armate  in guerra.

 San Martino morì l’8 novembre 397 a Candes-Saint-Martin e da quel giorno migliaia di comuni d'Europa legati al vino resero omaggio al Campione della Cristianità.