domenica 18 dicembre 2016

Merlot love


Love Merlot

Nel 2004 esce il film Sideways – In viaggio con Jack,  il viaggio di due amici tra le cantine della Santa Ynez Valley in California: Myles è un appassionato di vino in crisi depressiva (Paul Giamatti) e diventa protagonista di una scena esilirante al ristorante, in compagnia del suo amico attore Jack Cole (Thomas Haden Church),  la sua battuta  al vetriolo contro il Merlot da Dandy diventa mitologia e costerà ai produttori  di vino statunitensi la caduta delle vendite secondo gli studi di American Association of Wine Economists, a tutto vantaggio del piu internazionale e rinomato Pinot Nero.

In realtà la forza della varietà del Merlot è proprio la capacità di adattarsi con facilità a qualunque habitat e suo malgrado la sua diffusione è mondiale: questo vitigno ha bisogno di un terreno grasso e argilloso come quello della della Val di Cornia e Cortona della regione Toscana; il suo ingresso in Italia risale alla seconda metà dell’Ottocento e si ritiene che facesse parte della collezione della Scuola di Viticoltura e di Enologia di Conegliano.

La tenuta Bulichella si trova al confine con l’area di Bolgheri nel Comune di Suvereto (Li), nell’Alta Maremma Toscana: Hideyuki Miyakawa e la compianta moglie Maria Luisa Bassano decisero di acquistare un podere  negli anni '90 per vivere a contatto con la natura e avviare la pratica dell'agricoltura rigorosamente biologica e certificata Icea; il loro  pelligrinaggio ad Assisi ha ispirato sicuramente questa loro scelta di vita alternativa.

La  giovane Maria Luisa Bassano apparteva alla borghesia torinese (padre dirigente della Lancia) e nutriva un forte interesse per la cultura giapponese: dopo il conseguimento del diploma di lingua e cultura giapponese all'Ismeo parte per il Giappone e durante il suo soggiorno di studio prende consapevolezza della sua dimensione spirituale.

Al suo ritorno a Torino il karma della giovane viticoltrice si rivela completamente al Salone dell’Automobile di Torino del 1960: donna Marisa incontrò un giovane motociclista giapponese, Hideyuki Miyakawa, fondatore insieme a Giorgetto Giugiaro dell’Ital Design; da quel giorno non si lasceranno più e daranno vita a una grande famiglia allargata consacrata al vino e all'attenzione verso il prossimo.

Bulichella diventa un centro interculturale tra il Giappone e l’Italia con il progetto di sostegno sociale “New Start” in aiuto di giovani giapponesi affetti da isolamento sociale (Hikikomori).

Il Merlot di Bulichella prende il nome da Maria Shizuko, uno dei 7 figli della Famiglia Miyakawa e amministratrice dell’azienda dal 2005: è un etichetta speciale e ogni anno sono prodotte un numero limitato di bottiglie; la fermentazione avviene per lo più in acciaio mentre la maturazione in barrique con una permanenza standard intorno ai 18 mesi.

Il Merlot Maria Shizuko presenta una tonalità rosso rubino che con l’invecchiamento tende al violaceo, al naso è fruttato con note aromatiche di timo e al palato i tannini sono corposi e lascia la bocca vellutata con un retrofondo erbaco. Si serve con carni bianche o rosse alla griglia e in ogni caso non lungamente cotte.

Secondo Wine Business il Merlot piace al 49% degli americani  e oggi rimane il secondo vino più apprezzato in USA mentre per Sole 24  è un vino rosso particolarmente apprezzato in Triveneto a dispetto di Myles.